Questo sito utilizza cookies tecnici per offrirti la migliore esperienza di navigazione, statistici / analitici anche di terze parti e di profilazione di terze parti. Cliccando su un punto qualsiasi dello schermo, scrollando la pagina o chiudendo questo banner, presti il consenso all’uso di tutti i cookies. Per informazioni e scoprire come negare il consenso al loro utilizzo o come disabilitarli clicca qui. CHIUDI
Articolo
Come (e perché) proteggere la propria ricchezza
Consulenza sul patrimonio

La recente emergenza sanitaria e le relative incertezze hanno innescato forti ripercussioni in molti settori. Tra questi non fa eccezione quello finanziario, che in poco tempo ha subito impatti più o meno forti a seconda delle aree geografiche e delle diverse misure di lockdown.
Come risultato, molti investitori si sono ritrovati a dover aggiornare priorità e investimenti, a causa delle conseguenze del Covid-19 sul proprio stile di vita e sulla propria situazione finanziaria. Un momento complicato come questo può però diventare anche l’occasione di rivedere il nostro approccio alle scelte di investimento, riconoscendo nuove opportunità ed eliminando comportamenti potenzialmente controproducenti.

La recente forte volatilità dei mercati ha sicuramente portato la maggior parte dei risparmiatori a focalizzarsi sui rischi, ma con la giusta lungimiranza è possibile proteggere la nostra ricchezza senza rinunciare ad investirla. Per farlo nel modo corretto, il punto di partenza è rivolgersi a professionisti del settore, che potranno aiutarti nelle tue scelte; BPER Banca, ad esempio, offre servizi di questo tipo grazie ai suoi consulenti esperti, che possono realizzare per te un piano di investimento su misura. Quest’ultimo, per essere solido, dovrà essere composto da un portafoglio diversificato e da obiettivi a medio e lungo termine, che rispecchiano le nostre necessità ed esigenze.

Se l’obiettivo è proteggere i risparmi e mantenere indenne la nostra ricchezza, gli investimenti possono essere piccoli o grandi, a seconda della propensione al rischio e della disponibilità. Ci sono però anche altre variabili di cui tenere conto oltre al nostro patrimonio nel momento dell’investimento, e sono fondamentali per fare scelte più consapevoli quando si tratta di investire per proteggere i propri soldi.

Una variabile molto importante oggi è la possibilità di ricevere reddito una volta raggiunta una determinata età. Accantonare una discreta somma da integrare alla propria pensione è una scelta previdente e che permette di investire a basso rischio per il futuro, ottenendo anche agevolazioni fiscali. I fondi pensione servono proprio a questo scopo e rappresentano una forma di “previdenza integrativa” che si articola in versamenti annuali o mensili. Garantendo l’ottenimento di un assegno mensile (o il rimborso del capitale) al momento della pensione, i fondi pensione permettono di mantenere lo stesso stile di vita degli anni di lavoro e aggirano anche il problema della riduzione degli importi delle pensioni.

Nella protezione del proprio patrimonio è bene poi tenere conto degli imprevisti più o meno gravi che potrebbero interessare noi e di riflesso i nostri cari, o anche i nostri beni. Ci sono molte soluzioni che possono aiutarci in questo senso: due esempi molto comuni sono le polizze vita e polizze protezione casa.

Alcuni faticano a credere che stipulare un’assicurazione sulla vita sia una forma di investimento e di sicurezza per il futuro. Il funzionamento di questo genere di prodotto è piuttosto semplice: si tratta di una vera e propria polizza assicurativa tra un privato e una compagnia, solo che il “bene” che viene assicurato è la vita del sottoscrivente. Oltre al caso morte è possibile abbinare delle coperture complementari come malattia grave e l'invalidità permanente, ma tutte sono accomunate dalla possibilità di proteggere i propri cari salvaguardando il nostro capitale umano. Può sembrare un costo aggiuntivo, ma un’assicurazione sulla vita è un investimento che può garantire stabilità alla nostra famiglia nel caso non fossimo più in grado di produrre reddito.

Un altra opzione da considerare in questa direzione è appunto la protezione dei beni immobiliari, che rappresentano spesso una larga parte della nostra ricchezza. Nonostante la casa non sia bene rifugio vero e proprio – per via dei suoi costi di gestione e manutenzione negli anni, oltre al fatto che il suo valore è soggetto all’andamento del mercato immobiliare –, rimane un asset importante e per alcuni può essere l’unico a garantire una sorta di “copertura” dagli imprevisti. Per tutelarla (e tutelare il nostro patrimonio) occorre prendere precauzioni e mantenerla in buono stato, ma a volte a danneggiarla sono eventi fuori dal nostro controllo; firmare una polizza danni specifica è la scelta migliore per limitare le loro conseguenze.
Un’assicurazione sulla casa permette di limitare i danni economici e le spese che l'assicurato deve sostenere nel caso si verifichino degli incidenti. Danni a terzi, incendi, calamità naturali, furti, infortuni domestici sono esempi di sinistri che un investimento di questo tipo può coprire, permettendoci di vivere la nostra casa con più serenità.

Se ti è piaciuto questo contenuto e vuoi rimanere aggiornato sulle prossime pubblicazioni, iscriviti alla Newsletter.

Covid-19
Investimento su misura
Previdenza integrativa
Protezione ricchezza
Tutela patrimonio
Richiedi una prima consulenza
VUOI PIÙ INFORMAZIONI?
Richiedi una prima consulenza.
Dove ti trovi?
DOVE TI TROVI?
Scopri quanto siamo vicini.
Iscriviti alla Newsletter

X